Tag

riviera toscana

Browsing

La scorsa settimana sono andata a Rimini per lavoro, così ho approfittato per fare un fine settimana romagnolo portandomi dietro tutta la famiglia. Devo dire che la Riviera da queste parti ha sempre il suo perché! Sono particolarmente legata a questi luoghi, in quanto mi ricordano quando ero “giovane” 😁 che andavo a divertirmi a Milano Marittima tra discoteche e shopping. Mi sembra passato un secolo!

Adesso le mie esigenze sono cambiate, si sono evolute, sono mamma e moglie, le discoteche e la vita notturna, non mi interessano più. Le mie priorità sono le mie bimbe piccole, perciò tutto inevitabilmente ruota intorno a loro. Ho vissuto la Romagna legata al divertimento, alla vita notturna, alla mondanità, ad un “lifestyle meravigliosamente frivolo” che ho amato e apprezzato e vissuto con le amiche all’età dei vent’anni, ma che adesso giustamente non mi appartiene più.

Sono rimasta piacevolmente sorpresa di come in realtà la Romagna si riconferma la vacanza ideale per ogni fascia d’età. Questo perché, da sempre è molto attrezzata, e garantisce svago e servizi adatti a tutti, dai più piccoli, ai più grandi, dai bambini ai nonni, specie quelli che amano il liscio! 💃

Infatti la Romagna non è solo piadina e discoteche, anzi… qui sono attrezzati per far divertire ogni fascia d’età; i bambini si godono il mare e i tantissimi parchi divertimento, le spiagge attrezzate con giochi e baby’s club; i ragazzi hanno l’imbarazzo della scelta con le tante discoteche e le persone âgée possono contare sui tornei di carte organizzati dai numerosi hotel del litorale. Inoltre non dimentichiamoci che questa è la patria del liscio, delle balere e dei balli da sala, che per altro io adoro! Unica pecca: il mare non è bellissimo, paragonabile a quello della Versilia, perciò non limpido, ma del resto non si può avere tutto dalla vita!

Della Romagna mi colpisce l’estrema cortesia che si respira ovunque, che fa dei Romagnoli, gente super ospitale in grado di metter a proprio agio le persone, il tutto condito da un ottimo rapporto qualità-prezzo, a mio avviso imbattibile a livello italiano. Non vorrei fare paragoni, ma da Fiorentina quale sono, posso assolutamente affermare che avremmo tanto da imparare da loro, poiché noi Toscani a livello di cortesia e ospitalità siamo ben lontani da uno standard così alto.

Divertimento in Romagna

  • Spiagge attrezzate con baby club e baby-sitting
  • Mirabilandia, parco divertimenti (Ravenna)
  • AcquaFan, acqua park (Riccione)
  • Italia in Miniatura, parco tematico (Rimini)
  • Oltremare, parco tematico (Riccione)
  • Acquario di Cattolica, secondo in grandezza in Italia (Cattolica)
  • Fiabilandia, parco divertimenti (Rimini)
  • Atlantica, parco acquatico (Cesenatico)
  • Ruota panoramica, 60 mt d’altezza (Rimini)
  • Casa delle Farfalle, serra tropicale e parco, (Cervia)
  • Salina di Cervia, (Cervia)
  • Safari Ravenna, parco faunistico, (Ravenna)

BUONA VACANZA

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” così recita il famoso detto polare.
Infatti se è vero che a Natale è d’obbligo stare con la propria famiglia (anche se io preferirei andare a farmi un bel viaggio) a Pasqua possiamo dare libero sfogo alle nostre idee itineranti e girovaghe.

Personalmente per Pasqua, adoro andare al mare, pregustandomi l’aria marina prima dell’arrivo delle vacanze. Il mare in Toscana non è certamente quello della Sardegna, ma la nostra costa, offre così tante soluzioni, da un punto di vista turistico, che si può classificare come meta perfetta per il week end Pasquale.

Dai paesaggi naturali e incontaminati della Maremma, alle passeggiate tra i negozi e gli stabilimenti balneari della Versilia. La scelta ovviamente dipende dai vostri gusti, dalle vostre inclinazioni e dalle vostre tasche.

Indipendentemente dalle mete marine, in Toscana c’è tantissimo da vedere, modestia (che non ho 😂) a parte, la mia regione è una perla all’interno della quale è possibile trovare di tutto, così tante di quelle meraviglie sia naturali-paesaggistiche, sia storico-artistiche, che difficilmente può essere uguagliata. Perciò venite in Toscana a fare una gita e sicuramente rimarrete soddisfatti in termini di luoghi da esplorare. Quanto ad ospitalità, noi toscani, vi avviso che non siamo propriamente famosi per quanto riguarda cortesia e gentilezza, questo per dovere di cronaca va detto.

TOP 5 cose da fare a Pasqua

  1. Gita al mare
  2. Gita in montagna
  3. Gita in campagna
  4. Gita per le Città d’Arte
  5. Rimanere in città e organizzarsi

1. Gita al mare

Questa è la classica meta (la mia preferita), per tutti coloro che vogliono godersi un po’ di sole e mare pre-ferie, tempo permettendo. Qui in Toscana i posti di mare sono diversi, c’è solo l’imbarazzo della scelta, come ho già precedentemente scritto, si va dai luoghi più naturali, selvaggi e incontaminati ai luoghi più attrezzati, organizzati, e “fighetti”. Dalla Maremma alla Versilia, c’è l’imbarazzo della scelta. E voi, quale località marina, in Toscana, preferite?

2. Gita in montagna

Per tutti gli amanti del trekking, delle passeggiate e dei pranzi pesanti da rifugio, la meta per voi è senz’altro quella montana. Alpi Apuane e Appennino Toscano, regalano posti veramente belli, spettacoli ad alta quota da visitare, sentieri da percorrere e piccoli scorci da scoprire.

3. Gita in campagna

Le dolci colline toscane, sono posti meravigliosi nei quali potrete organizzare scampagnate, non tanto lontane dalle città. Organizzare un bel pic nic e visitare le numerose fattorie didattiche che sono presenti nel nostro territorio, ad esempio nel Mugello ce ne sono molte e ben organizzate. Le fattorie didattiche rappresentano un’idea molto accattivante per i bambini, poiché oltre ad offrire ottimi pranzi, bimbi friendly, ci sono gli animali della fattoria da visitare, scelta sicuramente preferibile da scegliere al posto degli zoo. Ho fatto un articolo su questo argomento, sul perché preferire la fattoria didattica allo zoo, leggi qui.

4. Gita per le città d’arte

La Toscana, così come tutta Italia è piena di città d’arte, meravigliosi esempi di architettura e storia, musei a cielo aperto, da visitare e scoprire. Dalla Val D’Aosta alla Sicilia, dal Trentino alla Puglia, passando per il centro Italia, la nostra Penisola racchiude una sorta di scrigno meraviglioso, con perle diverse e particolari. Rimanendo in Toscana, in primis (scusate il campanilismo) Firenze, la mia città, la culla del rinascimento, è un piccolo gioiellino da girare facilmente in un week end. Oltre al capoluogo toscano, da visitare sicuramente ci sono  Siena, Arezzo, Pisa, Livorno, ma anche tutti quei paesini più piccoli e caratteristici che la Toscana racchiude. C’è l’imbarazzo della scelta.

5. Rimanere in città

Per tutti coloro che non hanno organizzato niente, e che si riducono all’ultimo momento, con genitori e suoceri che pressano per passare Pasqua insieme, c’è il consueto pranzo domenicale, buono ma alquanto barboso. Quest’anno mi tocca! L’anno scorso andammo a Venezia, Burano e Murano, una gita molto bella, posti meravigliosi, ma alquanto scomodi con bambini piccoli e passeggini, perché con la quantità di ponti, vi lascio immaginare lo sbattimento di mio marito… io ero incinta, perciò niente pesi  😉. Per tutti coloro che si sono salvati dal pranzo con tutto il parentado (beati voi!!) se è una bella giornata, potete organizzare un bel pic nic in un giardino cittadino, ad esempio a Firenze ci sono le Cascine, un parco molto bello, nel quale sbizzarrirsi nello scegliere un posto per stare all’aperto e giocare con i bambini,  organizzando una splendida caccia al tesoro con le uova pasquali.  Oppure visitare qualche museo, a Firenze ci sono gli Uffizi, che sicuramente meritano la fila per l’ingresso.

Se siete a Firenze per Pasqua, vi consiglio di assistere allo "Scoppio del Carro" 
davanti al Duomo, la tradizionale cerimonia laico-religiosa, di origine medievale, 
nella quale un particolare carro, trainato da buoi bianchi, una volta terminato il loro
percorso nel centro storico, si fermano per lo scoppio, con petardi e piccoli fuochi 
artificiali. Sicuramente da vedere!

 🐣  BUONA PASQUA 🐣