Tag

blogger elisa sergi

Browsing

Tra una settimana è Natale, i più precisi e puntuali sicuramente avranno già provveduto ad acquistare tutto, ma per quelli come me, un po’ ritardatari e sommersi da mille impegni, lascio di seguito la lista con le mie idee regalo. Una sorta di lista, last minute, con una serie di oggetti utili e diversi a seconda di gusti e budget. 

Se proprio non trovate niente nella mia TOP 10, potete sempre buttarvi sulla classica biancheria rossa, semplice, tradizionale e benaugurale.

Idee regalo per tutti i gusti
TOP TEN

  1. Un Materasso Chiardiluna per migliorare la qualità del sonno ed essere più in forma durante il giorno.  
  2. L’ Estrattore Hurom, per non dimenticare che una sana alimentazione è importante anche a Natale.
  3. Lo Spremiagrumi elettrico, è un regalo utile e intelligente per i consumatori seriali di spremute, come me.
  4. Un Gioiello a Natale, secondo gusti e preferenze, è sempre gradito, meglio se hand-made.
  5. Un Week end fuori porta, o sulla neve, specialmente se siete in coppia, è un pensiero top.
  6. Il Personal Branding Kit,  un metodo rivoluzionario per incrementare e sviluppare il proprio Brand.
  7. Gli auricolari wireless,,comodissimiper chi è sempre al telefono, e ancora non li ha acquistati.
  8. Un Servizio fotografico per tutta la famiglia, momenti preziosi da immortalare nel tempo.
  9. Un Regalo solidale o donazione ad una OnlusUn pensiero che fa bene al cuore. 
  10. Un Buono AMAZON, per tutti coloro che non sanno più che pesci prendere.

 

Idee regalo: MATERASSO

Il materasso che ho scelto: LUX + Topper

La prima delle idee regalo che ho scelto per quest’anno è il materasso. Perché proprio il materasso vi chiederete? Semplice, perché passiamo sdraiati molte ore della nostra vita, e la qualità di questo tempo, che trascorriamo orizzontali, è senza ombra di dubbio molto importante.
Per il nostro benessere generale, è giusto adottare tutte quelle buone pratiche salutari, tra cui, dormire bene. E’ ormai risaputo che il sonno, è considerato la nostra ricarica naturale, infatti un buon riposo, è in grado di rigenerare mente e corpo. Capite bene che trascorrendo molte ore sullo stesso posto, è fondamentale che questo “luogo” sia il più confortevole possibile.

Da tempo mio marito sentiva di non dormire bene la notte, lamentando (come sempre fa lui) dolori a causa di un materasso a suo avviso troppo duro. Io che risaputamente dormo anche sui sassi, (all’occorrenza anche sui chiodi, tipo fachiro 😂), non ho dato importanza alle sue richieste, morale della favola, si è acutizzato il suo dolore alla schiena. Così mi sono decisa a cambiare il nostro materasso. Sotto l’albero di Natale ci sarà un bel pacchetto che sicuramente non passerà inosservato.

ChiardiLuna by Bacciflex, azienda Toscana, presente sul mercato dagli anni ’60. Una lunga tradizione ed esperienza nella produzione di materassi in memory, a molle e in altri innovativi materiali, prodotti sicuri e di alta qualità, certificati ed ecologici. Mi sono innamorata dal materasso LUX, modello di punta della sezione classici, con tessuto in raso di viscosa 100% doppio ritorto che dona un “effetto Seta”, ha imbottitura in morbidissima ovatta naturale di cachemire e seta e, il topper incluso, migliora il comfort donando una sensazione di maggior accoglimento e aiuta a mantenere più igienico il materasso. Un materasso in memory con molle insacchettate e un morbido topper capitonné, in grado di abbracciarci durante la notte. Mio marito non si lamenterà più!

 

Idee regalo: ESTRATTORE

Unboxing Estrattore Elisa Sergi
Unboxing Estrattore

La nostra salute non passa soltanto dal sonno, ma anche da quello che introduciamo nel nostro organismo con l’alimentazione. Ormai abbiamo appurato che siamo quello che mangiamo, e più ci dedichiamo a mangiare bene e più abbiamo la possibilità di rimanere in forma. Un presidio molto utile per integrare vitamine e principi nutritivi essenziali e importanti contenuti in ortaggi di stagione è l’estrattore. Non la centrifuga, ma l’estrattore. Se vuoi sapere la differenza tre centrifuga ed estrattore, clicca qui. Gli estratti sono succhi altamente concentrati di sostanze nutraceutiche, capaci di svolgere determinate funzioni nell’organismo: dissetare, reintegrare vitamine e proteine, persino quelle vegetali, disintossicare, ricaricare e rimineralizzare. Ottimi strumenti spezza-fame da consumare tra i pasti e favolosa merenda per i nostri bambini.

LEstrattore lavora come una pressa che schiaccia e tritura lentamente (a freddo) verdura e frutta, mantenendo inalterati enzimi, sali minerali, complessi vitaminici e fibre idrosolubili . L’ Estrattore che vi consiglio, non ha lame, ma una grande coclea che gira, schiacciando e spremendo gli ortaggi. A differenza della centrifuga, è possibile estrarre succhi anche da foglie, erbe aromatiche e semi oleosi. Ho scritto un articolo intero su: “Succhi Detox post stravizi“, puoi leggerlo quiUn prodotto completamente made in Italy questo che vi consiglio, garantito, certificato e brevettato, l’azienda è la Hurom.

 

Idee regalo: SPREMIAGRUMI elettrico

Unboxing Elisa Sergi Spremiagrumi Hurom
Unboxing Spremiagrumi

Con la stessa filosofia, un altro elettrodomestico della Hurom che vi consiglio è lo Spremiagrumi elettrico. Lo spremiagrumi elettrico è comodo e super consigliato, se come me, consumate  quotidianamente spremute d’arancia. Io d’inverno adoro questo succo naturale, lo bevo quasi tutti i giorni.  Vi consiglio vivamente una bella spremuta di  arance biologiche, magari siciliane, a merenda nel pomeriggio. Con lo spremiagrumi elettrico Hurom, avete la garanzia che sia un prodotto sicuro, testato e che non rilasci microparticelle di plastica. E’ compatto, facile da pulire, poco ingombrante e soprattutto molto funzionale. Per vedere il prodotto e il relativo UNBOXING (clicca qui)

 

Idee regalo: BIJOUX hand made

Collane hand madeDiciamo la verità, a noi donne, fa sempre piacere ricevere gioielli. Indipendente dal gusto o da cosa si riceve. E’ vero che non è molto facile indovinare alla prima i nostri gusti, anche perché sono molto variabili e suscettibili a seconda del momento. Ad esempio, per quanto mi riguarda, i miei gusti cambiano spesso, a volte alla velocità della luce e  quel che mi piaceva ieri, solitamente non mi piacerà domani. Perciò se avete voglia di sfoggiare qualche nuovo bijoux e non spendere un capitale, potete optare per la bigiotteria, specie quella hand madeGuardate che carine queste collane maxi, che si possono rigirare per due volte intorno al collo. Sono completamente realizzate a mano da mia sorella e assolutamente personalizzabili. Il costo è assolutamente abbordabile e le collane sono personalizzabili. Per ordini, dettagli e più info, contattatami in privato nel form di contatto oppure via Instagram in Direct e sarò felice di spedirvele.


Idee regalo: WEEK-END fuori porta

Week-end sulla neve

Se non avete idea di cosa poter regalare, e siete degli inguaribili giramondo o magari avete voglio di evadere un po’, allora il regalo giusto per voi da fare (ma anche da ricevere 😂) è un bel week end fuori porta. All’estero o in Italia, al mare o in montagna, a seconda dei gusti, vi potete sbizzarrire in mille idee regalo con le mete che più vi stuzzicano. Questa è una tra le idee regalo che preferisco, sicuramente è un ever green che non passa mai di moda. In questo periodo sarebbe interessante prenotare un bel week end in montagna! Seguitemi su Instagram e presto scoprirete la meta che ho scelto per passare capodanno sulla neve con la mia famiglia e amici.

 

Idee regalo:  PERSONAL BRANDING KIT

Personal Branding Kit Elisa Sergi
Personal Branding Kit

Ottima idea regalo per tutti coloro che lavorano con la propria immagine e vogliono sviluppare in maniera ottimale la propria strategia di Personal Branding. Un mazzo da 36 carte interattive, divise in 6 step volte a migliorare  e mostrare il più possibile i propri talenti e potenzialità. Il mazzo è suddiviso in 6 gruppi, ognuno contenente 5 carte: sia i gruppi che le singole carte seguono un percorso preciso. Queste carte rappresentano un cammino di consapevolezza alla scoperta delle strategie più mirate, per realizzare il vostro brand vincente. Metodo innovativo ideato da Sheila Salvato, creative director e fondatrice di Hoopygang, specializzata in comunicazione digitale, social media marketing e influencer marketing: «L’esigenza è sempre più insistente: anche gli influencer, micro e macro,  vengono misurati in base ai risultati online e a quanta competenza sono in grado di trasmettere». 

Idee regalo: AURICOLARI wireless

Elisa Sergi auricolari
Apple AirPods

Gli auricolari senza filo, con tecnologia wireless adesso sono diventati più che mai indispensabili, vista la vita di tutti i giorni, sempre più frenetica e caotica. Io ho tutta tecnologia Apple, dal telefono al computer, perciò questo Natale mi sono decisa ad acquistare gli AirPod Apple. Sono davanti a me, sotto l’albero, che aspettano solo di essere provati una volta scartati il 25. Gli AirPod Apple capiscono autonomamente quando vengono indossati e si attivano automaticamente, andando in pausa quando vengono tolti. Anche gli auricolari rispondono al comando vocale di Siri.

Idee regalo: Servizio FOTOGRAFICO

Elisa Sergi fotofantsy
clicca per vedere il video su YouTube

Un’ idea particolare e divertente da regalare e regalarsi per questo Natale, è sicuramente un bel servizio fotografico per tutta la famiglia.
Impazzisco per le foto di famiglia, sarò antica e con una visione anacronistica, ma trovo sia molto bello avere in casa le cornici nelle quali mettere le foto più significative della nostra vita. Ormai fare foto, grazie agli smartphone, specie questi di nuova generazione, è diventata una routine quotidiana, tutti possiamo improvvisarci fotografi.Se però vogliamo qualcosa di diverso, di più bello e professionale, dobbiamo per forza affidarci a professionisti del settore, fotografi che lo fanno di mestiere. Infatti per una buona resa, la foto ha sicuramente bisogno di alcuni accorgimenti, come ad esempio le luci giuste.
Insomma se vogliamo qualcosa di professionale per le nostre cornici, dobbiamo andare da un fotografo o in uno studio fotografico. Nel video il servizio fotografico è stato relaizzato da FotoFantasy Firenze.

 

Idee regalo: DONAZIONI ad Onlus e regali solidali

Clicca qui per gadget Meyer

I regali più belli sono quelli solidali,  quelli con i quali si aiutano le persone in difficoltà. La mia scelta quest’anno  ricade sulla Fondazione Meyer. Cliccando qui, la pagina con i gadget natalizi da acquistare per un dono benefico. Grazie a tale Fondazione e alla sua mirata attività di fundraising, possono essere sostenuti progetti scientifici e di aggiornamento tecnologico di importanza strategica per la continua crescita scientifica ed assistenziale dell’ospedale. Molti progetti di accoglienza, rivolti ai bambini e alle famiglie, costituiscono un valore aggiunto che si integra nel percorso di cura. Tutto ciò permette ai piccoli pazienti di giocare in un ambiente confortevole, ricco di colori e curiosità, di sperimentare le molteplici attività dei laboratori didattici in ludoteca, di ascoltare la musica insieme ai genitori, di condividere la giocosità dei clown e l’esperienza della “pet therapy”. La Fondazione persegue i suoi obbiettivi secondo principi di equità, efficienza e trasparenza e fa dell’attività di rendicontazione pubblica un momento irrinunciabile di “accountability” e di identità valoriale si cui basa la sua attività.

 

Idee regalo: buono AMAZON

Personalmente adoro i buoni Amazon, perché sicuramente o prima o poi, qualcosa da acquistare su Amazon si torva sempre.

Perché per i regali di Natale è meglio puntare sulla qualità

Tu mamma preferisci far scartare al tuo bambino tantissimi regali di natale, pacchi e pacchettini o far scartare solo un dono?

Io, sono dell’idea che meno regali di natale ci sono sotto l’albero e meglio è per i nostri bambini. Infatti, secondo il mio punto di vista (non solo il mio), che è avvallato dalla comunità di pedagogisti e psicologi infantili, sommergere i bambini di regali da scartare, non è un’azione molto educativa. E in questo articolo sono pronta a spiegarvi il perché.

ADDIO CREATIVITA’

Secondo vari studi pubblicati in letteratura, esagerare con i regali di natale è altamente sconsigliato, in quanto il rischio non è solo che i regali non vengano apprezzati e lasciati da una parte,  ma è anche quello di compromettere la creatività del bambino.

Riempire la camera di giochi, magari anche poco stimolanti, come peluche o altri oggetti poco usati, fa crescere nel bambino la mentalità consumistica, usa e getta, che è assolutamente controproducente su diversi fronti. Le camerette che si vedono, sono quelle di bambini, saturi di qualsiasi gioco sul mercato, anche il più banale e inutile, sono infatti tutti oggetti che non verranno presi in considerazione dal bambino, che sicuramente si diverte di più aprendo il cassetto di cucina e giocando con gli utensili per cucinare. Questa è la mia esperienza e quella di tante mamme come me per quanto riguarda i regali di natale.

MA COSA E’ LA  CREATIVITA’ ?

Creatività è un termine che indica genericamente l’arte o la capacità cognitiva della mente di creare e inventare; tuttavia esso può prestarsi a numerose interpretazioni e significati.
«La creatività è un tentativo di risolvere un conflitto generato da pulsioni istintive biologiche non scaricate, perciò i desideri insoddisfatti sono la forza motrice della fantasia ed alimentano i sogni notturni e quelli a occhi aperti.»
(Sigmund Freud)
«La creatività non è altro che un’intelligenza che si diverte.»
(Albert Einstein)
«La creatività è mettere in connessione le cose…»
(Steve Jobs)

tratto da WIKIPEDIA 

Un altro aforisma sulla creatività di Einstein che mi piace è questo: “La creativitànon è altro che intelligenza che si diverte”. Non è una stanza piena di giochi che è in grado di sviluppare la creatività di un bambino, anzi…

Uno studio molto interessante pubblicato da Infant Behavior and Development, presso l’Università di Toledo ha dimostrato che avere un numero minore di oggetti a disposizione, sviluppa maggiormente la creatività. In questo caso il bambino,  sarebbe più stimolato a provare ogni possibile uso di quel determinato oggetto, piuttosto che averne tanti a disposizione. Anche i giochi super interattivi, con luci, suoni e colori, non andrebbero bene, a quanto pare. Quindi comprare sempre nuovi giochi, in questo caso regali di natale, non è una strategia vincente nello sviluppare la creatività del bambino. Infatti i bambini, contrariamente a noi adulti, non hanno il concetto “nuovo meglio del vecchio”. Per un bambino, un gioco consumato, alterato o rotto non è un articolo da cestinare, loro non hanno questo concetto, ma piuttosto lo vedono come una cosa che cambia, mutando nella forma e nel colore e aprendo a innumerevoli possibilità di scoperta.

RITORNO AL PASSATO

Dopo il boom degli anni 80-90 dei giochi in plastica, interattivi con luci e suoni, i vecchi giocattoli sono stati archiviati, perché si pensava superati e datati, non più adatti a stimolare la fervida mente del bambino. Perciò il trend dei regali di Natale subì una forte svolta. Oggi giorno abbiamo scoperto che non è affatto così, anzi potremmo dire che è il contrario. I classici giochi di legno, o le costruzioni ad esempio, sono ausili utilissimi per stimolare la fantasia e la creatività. Ci sono prove tangibili che essi possono rappresentare validi ausili per accrescere le competenze dei nostri bambini, e questo a discapito di tanti giochi considerati super stimolanti, ma che in realtà, lasciano il tempo che trovano.

POCHI GIOCHI PER VOLTA

Dice ci sia ancora la crisi, ma girovagando per il centro di Firenze, non ho potuto fare a meno di notare innumerevoli persone con pacchetti, pacchettini e shopper, usciti dai numerosi negozi. Gli store di giocattoli in cui sono entrata, erano sempre pieni, con tanto di coda alle casse, il che vuol dire, che anche in tempo di crisi, i genitori, spendono ugualmente in regali di natale per i loro bambini. Ed è giusto così, basta non esagerare e non farsi prendere la mano.

Tutti coloro che sono a favore della quantità, non capiscono che ricevendo tanti regali di Natale, il bambino finisce inevitabilmente per sentirsi sovrastimolato, conseguentemente perderà interesse verso la maggior parte dei doni, anche se apprezzati e desiderati da tempo.

La scelta migliore sarebbe quella di dilazionarli nel tempo, quindi non solo per Natale ma per il compleanno e magari per qualche altra ricorrenza speciale o per premiarlo saltuariamente quando è stato bravo.

Con un numero di giochi limitato, ogni bambino così riesce in maniera ottimale a stabilire una relazione con l’oggetto, sfruttandone ogni suo uso.

L’ ETA’ CONTA

A seconda dell’età, il bambino può mostrare diversi interessi piuttosto che altri. L’importante è che il gioco sia pensato in base all’età del bambino. Un bambino può mostrare interesse nel corso degli anni ad oggetti a cui è affezionato, anche se man mano che cresce avrà nuovi stimoli in base all’età. E’ giusto e sacrosanto che il bambino abbia una lista di desideri, quello che mi sento di consigliare è di non esaudire tutte le sue richieste in una volta sola, tipo a Natale, ma esaurirle, se possibile, con il passare del tempo. I giochi richiesti, e un po’ agognati nel tempo, saranno sicuramente più apprezzati una volta che li riceverà.

Concludo affermando con forza che troppi giochi acquistati non siano un bene per il bambino, poiché possano limitare le grandi potenzialità in termini di creatività. La fantasia e la creatività viene stimolata di più con giochi autoprodotti in autonomia. Perciò anche per i regali di Natale, spazio alla fantasia e al fai-da-te.

Per tutti i colori che volessero prendere qualche spunto per qualche idea regalo per questo Natale, ecco il mio articolo riguardo alle IDEE REGALO per adulti. (leggi qui)

Ottobre è il “mese rosa” per la prevenzione del tumore al seno.

Questo per sensibilizzare ogni donna, dalla più giovane alla più agé, a compiere quei piccoli gesti che possono essere in grado di salvare la vita. Grazie alla ricerca e ai progressi in campo medico, l’esito del tumore al seno ha un alto tasso di guarigione, se preso in tempo. In questo quadro è di vitale importanza una diagnosi precoce, frutto di autoconsapevolezza, screening e prevenzione su tutti i livelli.
E allora è arrivato il momento di preoccuparsi, anzi di occuparsi di noi stesse.

Come si fa DIAGNOSI PRECOCE?

Un piccolo gesto come l’autopalpazione al seno, può essere un ottimo segnale per fare una diagnosi precoce. Quest’ultima, può ampiamente fare la differenza, infatti il 90% dei casi ha esito positivo di guarigione.

come fare PREVENZIONE?

  1. Stile di vita sano
  2. Alimentazione ricca di ortaggi, legumi, frutta, pochi grassi animali, poca carne rossa
  3. Movimento, anche blando, ma fondamentale per sviluppare endorfine, che aiutano oltre che l’umore anche il sistema immunitario
  4. Assoluto divieto di fumare
  5. Ridurre al minimo l’alcool, specialmente i superalcolici
  6. Allattare al seno

Da cosa si ORIGINA?

Non c’è ovviamente risposta, e non si può trovare una precisa causa che riguardi un solo fattore. Piuttosto possiamo parlare di un insieme di concause.

Per fortuna oggi giorno puntiamo sull’informazione di massa, veicolata dai media, specie nel web.
Ciò ha fatto si che nelle donne si sviluppasse una maggiore consapevolezza, cura di se stese e del proprio corpo.

Anche l’uomo può essere colpito al seno da questo brutto male, è una forma più rara, ma presente ugualmente nella popolazione.

Ritengo importantissimo far veicolare questo video che insegna l’autopalpazione, realiazzato da ANT, Associazione Nazionale Tumori, al fine di imparare questi piccoli gesti in grado di salvarci la vita.

⬇ AUTOPALPAZIONE AL SENO ⬇

OBESITY DAY è una campagna nazionale di sensibilizzazione per la prevenzione dell’obesità e del sovrappeso, che si svolge ogni anno dal 2001, promossa e ideata dalla Fondazione ADI e IO-Net, collegata al WORLD OBESITY DAY.

In Italia è sovrappeso 1 persona su 3 e obesa 1 su 10,  con preponderanza maschile. Sono dati allarmanti e in crescita, per una malattia che deriva sia da fattori genetici, sia socio-ambientali sia psicologici. L’obesità è una vera e propria patologia con un’alta percentuale di rischio, verso ipertensione, diabete e depressione.

E’ di vitale importanza perciò, promuovere e incentivare uno stile di vita sano e una psico-educazione partendo dai bambini, con interventi mirati in famiglie a rischio e in tutte le scuole.

Dal sito www.obesityday.orgho estrapolato i 20 punti o regole di vita, per mantenere uno stile di vita sano, lontano dal sovrappeso e dall’invalidante obesità.

– LE 20 REGOLE –

  1. FARE MOVIMENTO – Se non volete iscrivervi in palestra o non praticare alcuno sport, cercate di andare a piedi, ove possibile. Camminare a passo spedito, per 3 volte a settimana, per almeno 45 minuti.
  2. CONDIRE CON CAUTELA – Olio, burro, margarina, e altri condimenti più elaborati arricchiscono il piatto con calorie a volte eccessive.
  3. FRAZIONARE I PASTI – Meglio mangiare poco ma spesso che tanto ma a lunghe distanze.
  4. MASTICARE PIANO – Bocconi piccoli masticati con calma, renderà il cibo più saziante prima e più digeribile.
  5. CARBOIDRATI – Non eliminare questi preziosi elementi, perché sazianti, (pasta, pane, patate) ma attenzione a dosi e a condimenti.
  6. ORTAGGI FRESCHI – Verdure a volontà ma attenzione alla frutta.
  7. ALCOOL – Meglio eliminare i superalcolici, mantenendo un bicchiere di vino rosso o una birra nelle occasioni speciali.
  8. PESCE – Consumarlo due volte a settimana, stando attenti alla provenienza.
  9. OBIETTIVI RAGGIUNGIBILI – Non avere aspettative esagerate rispetto all’entità del dimagrimento.
  10. PESO STABILE – cercare di non cadere nella sindrome yo-yo.
  11. ELIMINARE DIETA – Tale parola implica rinuncia nell’immaginario comune, è giusto sostituirla.
  12. ALIMENTAZIONE MEDITERRANEA – cambiare la formula di dieta mediterranea.
  13. NO AL PROIBIZIONISMO – Infatti le cose proibite diventano ancora più desiderabili.
  14. POSITIVISMO – Atteggiamenti non giudicanti ma accoglienti e positivi in ogni circostanza.
  15. ELASTICITA’ ED EMPOWERMENT – Ricordarsi che la resistenza la cambiamento è una forma di feedback, perciò capire la situazione e nel caso, aggiustare il tiro.
  16. IDENTITA’ CULTURALE – Usi e costumi diversi a seconda dei paesi.
  17. ALIMENTAZIONE E PIACERE – Connubio inossidabile che va tenuto sempre in considerazione.
  18. COLAZIONE – L’importanza di questo primo pasto della giornata.
  19. NON SALTARE I PASTI – Errore comune quello del digiuno, ma pericoloso e controproducente.
  20. CONTINUITA’ – Mantenersi sempre in movimento, stando attenti a non ingrassare.

Inoltre aggiungo io, non credete a mediatiche dottrine alimentari che vi promettono miracoli nel giro di poche settimane, scappate e rifuggite diete di santoni o guru televisivi che vanno promuovendo solamente i loro interessi a discapito della vostra salute. Purtroppo molte persone, a volte anche disperate, si affidano a questi personaggi, perché magari pubblicizzati da più canali. Il mio consiglio è di rivolgervi ad un medico di fiducia, un dietista o un nutrizionista serio.

www.obesityday.org

Settimana mondiale dell’allattamento al seno. Ogni organizzazione o ente dal più piccolo al più grande, in questo periodo organizza eventi, corsi, workshop, seminari, laboratori e incontri per promuovere e sensibilizzare l’allattamento al seno. Ogni anno puntuale si ripresenta questo appuntamento, con tematiche sempre diverse ma con la stessa finalità, ovvero la promozione di questa preziosa pratica madre-figlio.

⬇ VIDEO ALLATTAMENTO ⬇

⬆ VIDEO ALLATTAMENTO ⬆

Il tema di quest’anno deciso dalla “World Alliance for Breastfeeding Action” (Alleanza mondiale per interventi a favore dell’allattamento) è: Potere ai genitori per favorire l’allattamento”. L’allattamento è una prassi salutare che dovrebbe fortemente essere incentivata dalla società, poiché rappresenta un presidio importante in grado di mantenere, donare e preservare lo stato psico-fisico sia del piccolo sia della madre. I benefici dell’allattamento sono riscontrabili nel tempo, poiché è scientificamente provato, che nel latte materno vi sono anticorpi, e sostanze preziosissime in grado di favorire e preservare lo stato di salute individuale. Questo vuol dire essere generalmente meno sensibili alle malattie e alla lunga, meno spese per il sistema sanitario nazionale.

– TOP 10 –
PERCHE’ ALLATTARE

  1. E’ una cosa naturale e fisiologica, siamo programmati biologicamente per farlo.
  2. Nutre in maniera ottimale il neonato con la giusta composizione di zuccheri, proteine e lipidi.
  3. Il latte si adatta e cambia in base alla fase di crescita del neonato.  Pensiamo al colostro, prima della montata lattea, sostanza altamente nutritiva perfetta per il post parto.
  4. È altamente salutare per il neonato in quanto è un veicolo di anticorpi (il bambino si ammala meno!).
  5. È un alimento sempre disponibile, pronto all’uso, sterile, pulito,  alla giusta temperatura  e altamente digeribile.
  6. È salutare per la madre, in quanto può prevenire diverse condizioni cliniche come tumore al seno e depressione post partum. Inoltre favorisce il ritorno dell’utero alle sue dimensioni originarie.
  7. È economico perché auto-prodotto, gratuito e fruibile in ogni momento, quindi comodissimo.
  8. Può aiutare a buttare giù i kg della gravidanza.
  9. Allattare, favorisce nel bambino un corretto sviluppo dell’arcata dentaria
  10. Sviluppa, aiuta e rafforza il legame e l’attaccamento madre bambino

Non è sempre facile e scontato allattare, anzi…
Per quanto mi riguarda io ho sofferto molto, perché avevo i capezzoli molto sensibili, la mia primogenita inizialmente poppava alla distanza di 1 ora e mezzo l’una dall’altra, un delirio. Lo chiamavo: “L’appuntamento con il dolore”, non voglio dirvi altro.
Fortunatamente la volontà, la motivazione e la tenacia di noi donne, ci fa tener duro per i nostri cuccioli. Dal dolore iniziale che sembrava insormontabile, alla fine ho allattato la mia primogenita fino a 14 mesi, quando lei stessa autonomamente decise di smettere. La mia seconda figlia adesso ha 16 mesi e prende ancora il mio latte.

Lo slogan è sempre questo:
“DONNE ALLATTATE!”