Tag

album

Browsing

Qual’è il Vostro metodo preferito di conservare le fotografie? C’è chi sceglie cofanetti, chi album tradizionali e chi, forse più moderno, opta per soluzioni digitali come il fotolibro e il fotoalbum.

Il fascino dell’album tradizionale è innegabile, ma altrettanto innegabile è la fatica e la perdita di tempo nell’ordinare e successivamente incollare manualmente le foto. Personalmente mi sono fatta un po’ prendere la mano e ho stampato, qualcosa come 500 foto che avevo sul mio telefono, con l’intento di attaccarle prima o poi, nei bellissimi e artigianali album che ho acquistato. Morale della favola? Gli album sono ancora da rinnovare, e le foto sono nel loro raccoglitore iniziale, che aspettano ancora di essere attaccate. Capirete che il tempo, care mie mamme, fugit, come dicevano i latini, perciò mi sono fatta furba, e stavolta, ho deciso di fare un fotoalbum.

Fotoalbum o fotolibro? Quali sono le differenze?

Entrambi sono progettati grazie a specifici software, quindi non ci sarà nessuna foto incollata e sovrapposta sulla carta, ma la superficie rimarrà liscia con la vostra foto in evidenza.  In questo caso, per chi lo desiderasse, in ogni pagina è possibile inserire elementi grafici, scritte, sfondi, texture, a seconda del programma scelto e dal vostro personale gusto. La cosa bella, è che è tutto completamente personalizzabile.


La differenza tra i due, è che il fotoalbum ha le pagine più rigide, il fotolibro, come dice la parola stessa ha le pagine come un libro e quindi è più soft del fotoalbum.

Io, per fare una raccolta di momenti delle mie due bambine, ho optato per il fotoalbum, e mi sono affidata, ad un portale che si chiama appunto: fotoalbum.com, con ottime recensioni e con la massima possibilità di personalizzazione.

Ho scelto la linea “Happy Canvas” fotoalbum rivestito in tessuto, con texture elegante sale&pepe, nella misura 33×25.

E voi quale metodo  preferite per conservare i vostri ricordi?

www.ilfotoalbum.com

Non c’è niente di più bello che sfogliare un album pieno di fotografie. Scatti che ci riportano verso momenti felici che abbiamo vissuto. Chi di noi, non ha in casa, un album di famiglia, con foto vintage, che ci riportano indietro nel tempo? Sicuramente, se non a casa vostra, in quella dei vostri genitori. Adesso che siamo nell’era del digitale, tendiamo a non stampare più le foto, accumulandole sui vari hard disk, rischiando di non vederle più, scordandosi delle esperienze passate, perdendo così il senso stesso della foto.
Io avendo due bimbe, sono continuamente a fare foto, per immortalare i momenti importanti. Ogni giorno, rappresenta una scoperta, nella quale si raggiunge qualche traguardo. Ho deciso da tempo, che non voglio avere hard disk pieni di ricordi che paradossalmente non vedrò mai o molto raramente, perciò mi sono ripromessa di stampare, volta volta le foto più belle, i momenti che voglio conservare e rivedere ogni qual volta desideri. Stampando le foto, obbligatoriamente, dobbiamo attaccarle su un album, anche perché non mi piace tenerle ammucchiate in un cassetto, ma voglio dare loro una posizione consona ad oggetti così importanti. Allora ho deciso di cercare due album per la nascita delle mie bambine, per fissare i ricordi e quindi le foto più importanti di quando sono nate. Ho pensato che il web potesse venire in mio aiuto, e infatti così è stato. Internet è il futuro, il nostro futuro, in grado di abbattere ogni barriera, ogni distanza e reperire cose e persone lontane. I Love Web!!!
Cercando su Google, la mia scelta è ricaduta, su qualcosa di particolare, di originale, e personalizzabile. Mi sono innamorata delle creazioni di Antonella Schiavone,  un artigiana delle Marche che crea prodotti personalizzabili, album unici che sono realizzati con carte pregiate e materiali lavorati con una maestria rara. 

Questi album, possono essere personalizzabili a vostro piacimento, io ho scelto la semplicità delle sole scritte, ma forse, e questo lo dico a posteriori, mi sono pentita della mia decisione, infatti se potessi tornare indietro, sceglierei un disegno, come questi che vedete. Sicuramente i prossimi album, che commissionerò ad Alessandra di Fantacarta, avranno un disegno particolare.

Ma la cosa che fa fidelizzare un cliente, è la cura e l’amore con il quale si realizza gli oggetti, come in questo caso, perché, oltre ad avermi fatto due album impeccabili, il tutto è stato impreziosito da un regalo inaspettato e graditissimo, ovvero una cornice dello stesso stile degli album.

Andate a visitare il sito www.fantacarta.com e capirete perché io ne sono rimasta entusiasta.